Δευτέρα, 28 Ιανουαρίου 2013

R a b i n d r a n a t h T a g o r e

mercoledì 8 dicembre 2010

R a b i n d r a n a t h T a g o r e








 
 



P o e s i e   di   R a b i n d r a n a t h   T a g o r e
Separatore
Nel tuo sonno, al limite sei sogni,
aspetto guardando in silenzio il tuo viso,
come la stella del mattino che appare
per prima alla tua finestra.
Con i miei occhi berrò il primo sorriso che,
come un germoglio, sboccerà sulle tue labbra semiaperte.
Il mio destino è solo questo”.


Separatore

Io desidero te, soltanto te _
il mio cuore lo ripeta senza fine.

Sono falsi e vuoti i desideri
che continuamente mi distolgono da te.

Come la notte nell'oscurità
cela il desiderio della luce,
così nella profondità
della mia incoscienza risuona questo grido:
"Io desidero te, soltanto te".

Come la tempesta cerca fine
nella pace, anche se lotta
contro la pace con tutta la sua furia,
così la mia ribellione
lotta contro il tuo amore eppure grida:
"Io desidero te, soltanto te".


Separatore

Cogli questo piccolo fiore
e prendilo. Non indugiare!
Temo che esso appassisca
e cada nella polvere.

Non so se potrà trovare
posto nella tua ghirlanda,
ma onoralo con la carezza pietosa
della tua mano - e coglilo.

Temo che il giorno finisca
prima del mio risveglio
e passi l'ora dell'offerta.

Anche se il colore è pallido
e tenue è il suo profumo
serviti di questo fiore
finché c'è tempo - e coglilo.


Separatore

Dimmi se tutto questo è vero,
amore mio,
dimmi se questo è vero.

Quando i miei occhi lampeggiano,
le oscure nuvole,
nel tuo petto,
danno risposte tempestose.

È vero che le mie labbra
sono dolci
come l'inizio del primo amore?

Che i ricordi di svaniti
mesi di maggio
indugiano nelle mie membra?

Che la terra, come un'arpa,
vibra di canzoni
al tocco dei miei piedi?

È poi vero che al mio apparire
la rugiada
cade dagli occhi della notte
e la luce del giorno
è felice quando avvolge con gioia
il mio corpo?

È vero, proprio vero
che il tuo amore vagò solitario
attraverso epoche e mondi
in cerca di me?

E che quando finalmente
mi hai trovato
il tuo vecchio desiderio
trovò una pace perfetta
nel mio parlare gentile,
nei miei occhi, nelle mie labbra
e nei miei capelli fluenti?

È vero, dunque, che il mistero
dell'infinito
è scritto sulla mia piccola fronte?

Dimmi, amore mio,
se tutto questo è vero.


Separatore

Non andartene, amore, senza avvertirmi.
Ho vegliato tutta la notte e ora i miei occhi sono pesanti di sonno.
Ho paura di perderti mentre dormo.
Non andartene, amore, senza avvertirmi.
Mi sveglio e stendo le mani per toccarti.
Ti sento e mi domando: “È un sogno?”
Oh, potessi stringere i tuoi piedi col mio cuore e tenerli stretti al mio petto!
Non andartene, amore, senza avvertirmi.


Vita della mia vita,
sempre cercherò di conservare
puro il mio corpo,
sapendo che la tua carezza vivente
mi sfiora tutte le membra.

Sempre cercherò di allontanare
ogni falsità dai miei pensieri,
sapendo che tu sei la verità
che nella mente
mi ha acceso la luce della ragione.

Sempre cercherò di scacciare
ogni malvagità dal mio cuore,
e di farvi fiorire l'amore,
sapendo che hai la tua dimora
nel più profondo del cuore.

E sempre cercherò nelle mie azioni
di rivelare te,
sapendo che è il tuo potere
che mi dà la forza di agire.


Separatore

Amica mia, questa sera
mi sembra che,
attraverso mondi innominabili
dove già siamo vissuti,
abbiamo lasciato
il ricordo della nostra unione,
Tu e Io.
Quando leggo antiche
leggende, ispirate
da passioni spente, oggi,
mi sembra che una volta
eravamo una persona sola,
Tu e Io
e che la memoria ritorni
a quel tempo...


Separatore

Calma, calma questo cuore agitato,
tu, notte tranquilla di luna piena.
Troppe gravi preoccupazioni,
più e più volte
gravano sul mio cuore.
Versa tenere lacrime
Sopra brucianti pene.
Con i tuoi raggi argentati,
portatori di sogno e di magia,
morbidi come petali di loto,
o notte, vieni, accarezza
tutto il mio essere
e fammi dimenticare
tutte le mie pene.


Vita della mia vita,
sempre cercherò di conservare
puro il mio corpo,
sapendo che la tua carezza vivente
mi sfiora tutte le membra.

Sempre cercherò di allontanare
ogni falsità dai miei pensieri,
sapendo che tu sei la verità
che nella mente
mi ha acceso la luce della ragione.

Sempre cercherò di scacciare
ogni malvagità dal mio cuore,
e di farvi fiorire l'amore,
sapendo che hai la tua dimora
nel più profondo del cuore.

E sempre cercherò nelle mie azioni
di rivelare te,
sapendo che è il tuo potere
che mi dà la forza di agire.

Donna, non sei soltanto l'opera di Dio,
ma anche degli uomini, che sempre
ti fanno bella con i loro cuori.
I poeti ti tessono una rete
con fili di dorate fantasie;
i pittori danno alla tua forma
sempre nuova immortatlità.
Il mare dona le sue perle;
le miniere il loro oro,
i giardini d'estate i loro fiori
per adornarti, per coprirti,
per renderti sempre più preziosa.
Il desiderio del cuore degli uomini
ha steso la sua gloria
sulla tua giovinezza.
Per metà sei donna,
e per metà sei sogno.




Dividers




P o e s i e   di   R a b i n d r a n a t h   T a g o r e
Separatore
 Mi fermerò,
senza dubbio stupito,
se mai ci ritroveremo
in una vita futura,
nel cammino e alla luce
d'un altro mondo
lontano.
Capirò che i tuoi occhi,
simili alle stelle dell'alba,
sono appartenuti
a questo cielo notturno,
e dimenticato,
d'una vita passata.
Sì, comprenderò
che la magia del tuo viso
è pronta ancora
al balenare appassionato
del mio sguardo in un
incontro immemorabile,
e che al mio amore
tu devi un mistero
di cui non conosci
più l'origine.

- da Petali sulle ceneri -

 Separatore

Ho sognato che lei, seduta
vicino al mio letto,
mi sollevava dolcemente
con le mani i capelli,
facendomi sentire
la gentilezza delle sue dita.
Guardavo il suo viso,
Lottando con le lacrime
che mi offuscavano
lo sguardo,
finché il languore delle sue
dolci parole mi fermò il sogno,
come una luce iridescente.

Mi sono alzato e ho visto
sopra la mia finestra il mondo
silenzioso e palpitante della
Via Lattea, chiedendomi
se anche lei avesse avuto
un sogno simile al mio.

- da Dono d'amore -

Separatore

La coppa della mia vita
trabocca del miele con cui
l'hai riempita.

Tu non lo sai, tu non lo sai.
Come il fiore che, nascosto,
innonda la notte di profumo,
hai colmato il mio cuore.

Tu non lo sai, tu non lo sai.
E' giunto il momento
di separarci. Solleva il tuo
bel viso e guardami;
morendo a me stesso offrirò
ai tuoi piedi la mia vita che
non hai conosciuto.

Possa la silenziosa sera
di segreto dolore,
finire in quest'ora notturna!

- da Passando all'altra riva -

Separatore

Nessuno sa di dove viene il sonno
che aleggia sugli occhi dei bambini?
Si. Si dice che abiti laggiù,
in un villaggio incantato, dove,
tra le ombre d'una fitta foresta
fiocamente illuminata dalle lucciole,
splendidi pendono due timidi fiori.
Ecco di dove viene il sonno
a baciare il sonno dei bambini.

Nessuno sa dove nacque il sorriso
che ondeggia sulle labbra dei bambini
che dormono?
Si, si dice che un giovane
pallido raggio di luna crescente
abbia sfiorato il lembo
d'una leggera nuvola autunnale;
e così, nel sogno di un mattino
bagnato di rugiada, per la prima
volta nacque il sorriso che ondeggia
sulle labbra dei bambini che dormono.

Nessuno sa dove a lungo nascose
la dolce e tenera freschezza
che fiorisce sulle membra dei bambini?
Si. Quando la madre era ancor giovinetta,
la portava nel cuore colmo del mistero
delicato e silenzioso dell'amore:
là sbocciò la dolce e tenera freschezza
che fiorisce sulle membra dei bambini.

-Da Gitanjali - poesia 61-

Separatore

Credevo che il mio viaggio
fosse giunto alla fine
mancandomi oramai le forze.

Credevo che la strada
davanti a me
fosse chiusa
e le provviste esaurite.

Credevo che fosse giunto
il tempo
di trovare riposo
in una oscurità pregna
di silenzio.

Scopro invece che i tuoi
progetti
per me non sono finiti
e quando le parole ormai
vecchie
muoiono sulle mie labbra
nuove melodie nascono dal
cuore;
e dove ho perduto le tracce
dei vecchi sentieri
un nuovo paese mi si apre
con tutte le sue meraviglie.

-Da Gitanjali -
 Separatore

Non nascondere
il segreto del tuo cuore,
amico mio!
Dillo a me, solo a me,
in confidenza.
Tu che sorridi così gentilmente,
dimmelo piano,
il mio cuore lo ascolterà,
non le mie orecchie.
La notte è profonda,
la casa silenziosa,
i nidi degli uccelli
tacciono nel sonno.
Rivelami tra le lacrime esitanti,
tra sorrisi tremanti,
tra dolore e dolce vergogna,
il segreto del tuo cuore.


Separatore

Vorrei sedermi vicino a te in silenzio,
ma non ne ho il coraggio: temo che
il mio cuore mi salga alle labbra.
Ecco perche' parlo stupidamente e nascondo
il mio cuore dietro le parole.
Tratto crudelmente il mio dolore per paura
che tu faccia lo stesso.
 

Separatore

Afferro le sue mani
e la stringo al mio petto.
Tento di riempire le mie braccia
della sua bellezza,
di depredare con i baci
il suo dolce sorriso,
di bere i suoi bruni sguardi
con i miei occhi.
Ma dov'è?
Chi può spremere l'azzurro dal cielo?

Cerco di afferrare la bellezza;
essa mi elude
lasciando soltanto il corpo
nelle mie mani.
Stanco e frustrato mi ritraggo.
Come può il corpo toccare
il fiore che soltanto
lo spirito riesce a sfiorare?
 

Separatore 
Chi sei tu, lettore che leggi
le mie parole tra un centinaio d'anni?
Non posso inviarti un solo fiore
della ricchezza di questa primavera,
una sola striatura d'oro
delle nubi lontane.
Apri le porte e guardati intorno.
Dal tuo giardino in fiore cogli
i ricordi fragranti dei fiori svaniti
un centinaio d'anno fa.
Nella gioia del tuo cuore possa tu sentire
la gioia vivente che cantò
in un mattino di primavera,
mandando la sua voce lieta
attraverso un centinaio d'anni.
 

Separatore

Il cuore dell'uomo
Il pesce è muto nel mare,
la bestia è turbolenta sulla terra,
l'uccello canta per l'aria.
Ma l'uomo ha dentro di sé
e il silenzio del mare
e lo strepito della terra
e la musica dell'aria

"Vorrei dirti le parole più vere, ma non oso,
per paura che tu rida. Ecco perché mento,
dicendo il contrario di quello che penso.
Rendo assurdo il mio dolore per paura
che tu faccia lo stesso."
 

 Separatore

Voglio te,solo te!
Lascia che il mio cuore
lo ripeta senza fine.

Tutti i desideri che mi distraggono
di giorno e di notte
in sostanza sono fasulli e vani.

Come la notte tiene nascosta nel buio
l'ansia di luce
così nel profondo del mio cuore
senza ch'io me ne renda conto
un grido risuona:
Voglio te,solo te!

Come la tempesta cerca la quiete
mentre ancora lotta contro la quiete
con tutte le sue forze
così io mi ribello e lotto
contro il tuo amore
ma grido che voglio te,solo te.


Separatore 

Hai colorato
i miei pensieri
e i miei sogni,
con gli ultimi riflessi
della tua gloria,
Amore,
trasfigurando
la mia vita
per la prossima bellezza
della morte.
Come il sole,
al tramonto,
ci lascia intravedere

un angolo di cielo,
hai mutato il mio dolore
in gioia immensa.
Per incanto, Amore,
vita e morte
sono diventate
per me
la stessa grande
meraviglia


Separatore
Dirò il Tuo nome sedendo solitario tra l'ombra dé miei silenziosi pensieri.
Lo dirò senza parole, lo pronuncerò senza proposito.
Giacchè io somiglio a bimbo che chiami la madre cento volte,
felice di poter dire: "Mamma."


Nella mia vita giovenile somigliavo ad un fiore
ad un fiore che possa, nel suo rigoglio, perdere senza pena uno o due petali,
quando la brezza primaverile picchia limosinante alla sua porta.

Or, sul tramonto, somiglio ad un frutto,
che non ha nulla da prodigare, e vuole offerirsi intero,
così com'è, grave di dolcezza.


Nella tua eterna veglia,
tu ascolti i miei passi che s'avvicinano,
mentre la tua letizia si raccoglie
nei primi albori del mattino
ed erompe nell'esplosione di luce.
Più mi accosto a te, più profondo diventa
il fervore nella danza del mare.
Il tuo mondo è uno spruzzo di luce
che si diffonde, colmandoti le mani,
ma il tuo cielo è nel mio cuore segreto;
esso schiude lentamente
le sue gemme in timido amore.


Era un giorno in cui
non mi ero preparato per riceverti.
Entrando nel mio cuore
come un qualsiasi
non invitato
sconosciuto
imprimesti il segno dell'eternità
agli attimi fuggenti
della mia vita.Oggi per caso
faccio luce su di essi
vedo il tuo sigillo
e li scopro perduti nella polvere
mescolati con le gioie e i dolori
dei giorni futili e dimenticati.Allora tu non ti allontanasti
con disprezzo
dai miei giochi infantili
nella terra
e i passi che sentii
nella stanza
sono gli stessi che oggi sento
risuonare di stella in stella.

-da Gitanjali-

Tagore nasce a Calcutta 6 maggio 1861
Premio nobel per la letteratura 1913
Muore a Calcutta nel 1941.






 

martedì 7 dicembre 2010

Reassunto Twilight

PhotobucketPhotobucketPhotobucket


PhotobucketPhotobucket
Photobucket


-~°•´¨`ღ♥✿▼ Twilight ▼✿♥ღ´¨`•°~


629752qjwkcxihg4.gif picture by selenehopeL'ATTESA E' FINITA...


NIENTE SARA' PIU' COME PRIMA... 629752qjwkcxihg4.gif picture by selenehope


Bella Swan é una timida adolescente di Phoenix. Quando si è trasferita a Forks,la cittadina più piovosa d'America,non immaginava che da quel momento la sua vita sarebbe cambiata...Per Sempre...


Ma poi incontra lui...Edward Cullen...Con la pelle diafana,i capelli di bronzo,i denti luccicanti,gli occhi dorati,così inpenetrabile e bello da sembrare irreale......Così come i suoi "fratelli"Jasper ed Alice,Emmett e Rosalie..."Non si somigliavano affatto...Eppure c'era qualcosa che li rendeva tutti somiglianti.Ogn'uno di loro era pallido come il gesso.Tutti avevano occhi molto scuri e cerchiati da ombre violacee.Eppure il resto dei loro lineamenti era dritto,perfetto,spigoloso...""Vivono tutti assieme al dottor Carlisle Cullen e a sua moglie Esme.Sono tutti figli adottivi..."


Tra Edward e Bella nasce un'amicizia dapprima sospettosa,poi più intima,che presto si trasforma in una passione travolgente...Così Bella riesce a scoprire il segreto che Edward e la sua famiglia nascondono da secoli...


Sono Vampiri...ma "vegetariani"...


E nonostante qualche difficoltà tra i due ragazzi nasce una tenera storia d'amore...


"Bhè, ho pensato che se proprio devo andare all'Inferno...tanto vale andarci in grande stile...Rinuncio a sforzarmi di fare il bravo.D'ora in poi farò solo ciò ke mi va e prenderò quel che mi viene"


"E se non fossi il supereroe?Se fossi il cattivo?"


"No...non posso credere che tu sia cattivo..."


Bella ha anche un altro amico,Jacob Black,che fa parte dei Quieleute.E' Jacob che racconta alcune leggende a Bella e la aiuta a comprendere il mistero dei Cullen...


Bella pensa di aver trovato finalmente la felicità...E pian piano stà imparando a conoscere le "particolarità" della sua nuova famiglia...


Edward riesce a leggere nel pensiero di chi lo circonda... tranne di Bella.Emmett è il più forzuto della famiglia...Alice riesce a visualizzare eventi futuri...E il suo Jasper riesce a condizionare gli stati d'animo di chi gli sta intorno...Mentre alla splendida Rosalie la povera Bella non va proprio giù...


Nonostante ciò,tutto sembra andare per il meglio...Ma il pericolo è in aggauto...può arrivare da un momento all'altro...Anche durante una partita di baseball...Proprio in quel momento infatti arriva una banda di vampiri "diversi" dai Cullen...sono James,Laurent e Victoria...e sentono odore di umana...inizia la fuga...Bella è in pericolo...


James riesce a tendere una trappola a Bella...Ha Sete...E riesce a dissetarsi...Per fortuna sopraggiunge Edward...James viene distrutto e Edward riesce a togliere il veleno dal corpo di Bella...Bella passerà qualche settimana in convalescenza... ...E quando si riprenderà sarà ancora più innamorata del suo vampiro.E insieme andranno al ballo della scuola...


«Ecco, speravo che avessi cambiato idea... e che ti fossi deciso a cambiare me, dopotutto».


Sul suo viso apparve un arcobaleno di emozioni. Alcune erano riconoscibili: rabbia... tormento... ma alla fine si ricompose e la sua espressione si fece allegra, divertita.


«No, hai ragione, certo che no», e il suo sorriso spari. «Però preferisco prenderla a ridere, piuttosto che credere che tu possa dire sul serio».


«Ma io dico sul serio». Fece un sospiro profondo.


«Lo so. E ci terresti davvero?».


Nei suoi occhi si riaffacciò il tormento. Annuii, mordendomi un labbro.


«E allora preparati alla fine», mormorò, quasi tra sé. «Preparati al crepu-scolo della tua vita appena iniziata. Preparati a rinunciare a tutto».


«Non è la fine, è l'inizio. È la luce dell'alba», lo corressi, sottovoce.


«Non ne sono degno», rispose lui, triste.


«Ricordi quando mi hai detto che non avevo una percezione chiara di me stessa?», chiesi, alzando le sopracciglia. «Evidentemente tu sei cieco allo stesso modo».


«Io so ciò che sono».


Sospirai.


Ma nel suo umore volubile, si concentrò su di me. Strinse le labbra e iniziò a scrutarmi da vicino. Per qualche lunghissimo istante esaminò il mio viso.


«Perciò, ti senti pronta?».


«Ehm», deglutii. «Sì».


Sorrise e inclinò la testa fino a sfiorarmi con le labbra fredde l'incavo sotto il mento.


«Adesso?», disse in un soffio e mi fece sentire il fiato fresco sul collo. Involontariamente, rabbrividii.


«Sì», sussurrai, per nascondere che la voce mi tremava. Se pensava che stessi bluffando, si sbagliava di grosso. Avevo già deciso, ero sicura. Non importava che in quel momento fossi rigida come una tavola di legno, stringessi i pugni e respirassi a malapena...


Rise cupo e si allontanò. Sembrava deluso.


«Secondo te cederei così facilmente?», chiese sarcastico, ma con un filo di amarezza.


«Sognare non costa niente».


Sgranò gli occhi. «Questo sarebbe il tuo sogno? Diventare un mostro?».


«Non proprio», risposi, rabbuiandomi alla parola che aveva scelto. Mo-stro, figuriamoci. «Più che altro, sogno di restare con te per sempre».


«Bella». «Starò sempre con te. Non ti basta?».


«Mi basta, per ora».


La mia tenacia lo fece spazientire. Nessuno dei due si sarebbe arreso, quella sera. Dalla sua bocca uscì uno sbuffo che somigliava più a un ruggito.


Gli sfiorai il viso. «Stammi a sentire. Ti amo più di qualsiasi altra cosa al mondo, senza eccezioni. Non ti basta?».


«Sì, mi basta», rispose, sorridendo. «Mi basta, per sempre».











E mi sfiorò di nuovo il collo con le labbra fredde.


629752qjwkcxihg4.gif picture by selenehope ...To be continued.... 629752qjwkcxihg4.gif picture by selenehope


i-wont-leave-you-twilight-quote.gif picture by selenehope
04.gif picture by selenehope
PhotobucketPhotobucket
Photobucket

lunedì 22 novembre 2010

Reassunto New Moon




 PhotobucketPhotobucket

629752qjwkcxihg4.gif picture by selenehope♥¸.•*)▼*New Moon*▼(*•.¸♥629752qjwkcxihg4.gif picture by selenehope
Che faresti se la persona per cui vivi ti abbandona?…

Edward e Bella continuano a stare insieme, fino al giorno del diciottesimo compleanno di Bella,
Edward si accorge che anche un piccolo incidente,come ferirsi con la carta regalo,può scatenare la fame dei suoi parenti,mettendo in pericolo la vita della cosa più bella che ha,la donna che ama. Così all’improvviso,decide di partire insieme alla sua famiglia,per sparire dalla vita di Bella.
"Prometto  che è l’ultima volta  che mi vedi.
Non tornerò.
Non ti costringerò mai più ad affrontare una situazione come questa.
Proseguirai la tua vita senza nessuna interferenza da parte mia.
Sarà come se io non fossi mai esistito."
Ma l’amore non si dimentica tanto facilmente.Bella inizia a vivere in modo meccanico, sola.
Non sente più il suo stesso cuore e dentro l’anima sente il vuoto.
Ma una sera,durante l’uscita con un’ amica,vede dei ragazzi vicino ad un bar,simili a quelli che l’avevano minacciata,quasi un anno prima, sempre a Port Angeles;e dopo tanto tempo qualcosa le fece battere di nuovo il cuore,non la paura,ma l’adrenalina.Ma qualcosa la frena,
La voce di Edward. 
Bella scopre così, che quando sta per fare qualcosa di pericoloso o stupido,sente la voce,arrabbiata e preoccupata di Edward.
Bella inizia a comportarsi in modo sconsiderato per poter ascoltare ancora la voce del suo Amore.Grazie alla complicità del suo migliore amico,innamorato di lei,ma non corrisposto,Jacob Black.Un ragazzo della riserva di La Push molto più grande rispetto all’età che ha, e Bella è più grande di lui di un anno,ed anche lui con un segreto….
…E’ un licantropo.
L’unica persona che riuscirà a ricucire un pò la ferita del cuore di Bella.
I licantropi sono nemici dei vampiri per autonomasia.A differenza dei vampiri, i licantropi sono caldi.Ma sono più instabili,se perdono il controllo,si trsformano in grossi lupi e potebbero uccidere chiunque.Sono entrambi forti e veloci.Ma i licantropi,quando sono lupi,riescono a leggere nella mente del resto del branco.
I licantropi iniziano a dare la caccia a qualcosa che si aggira per le foreste
e provoca la morte di tante persone 
Victoria.
Una vampira che vuole vendicare la morte di James,su Bella.E una mattina ,mentre i licantropi erano a caccia e un amico di suo padre  veniva ricoverato in ospedale per un attacco cardiaco,Bella,ripensando ai ragazzi della riserva, che erano soliti farlo,
decise di tuffarsi dalla scogliera.Stava per morire.Non aveva potuto mantenere
la promessa fatta ad Edward prima che la lasciasse.La promessa di vivere.
E in quegli attimi,ricordò perfettamente il viso e la voce di Edward,
lo sentiva vicino come se anche lui fosse sott’acqua con lei. E proprio mentre Bella si arrendeva,Jacob si tuffò in mare e la salvò dall’uragano che si abbatteva sulla costa.
Dopo qualche ora,quando lei e Jacob stanno tornando verso la casa di Bella,vede arrivare Alice Cullen,che non porta buone notizie.
Edward credeva che Charlie era andato al funerale di sua figlia e non a quello del suo amico,poichè Alice l’aveva vista saltare dalla scogliera.Edward credeva che Bella fosse morta, ed era partito per l’Italia per andare dai
 Volturi
Sono vampiri diversi dai Cullen,molto più numerosi e governano Volterra,
situata vicino Firenze,dall’epoca degli etruschi, fanno sì,che tutti i  vampiri rispettino l’unica regola:rimanere nascosti.
Bella e Alice partono per fermare Edward,che voleva scatenare l’ira dei Volturi per farsi uccidere.Le due donne arrivano a destinazionee dopo una lunga corsa Bella raggiunge il suo obbittivo,riesce a farsi vedere da Edward prima che lui veda chiunque altro.Bella riesce a fermare appena in tempo Edward, che voleva esporsi alla luce del sole,sotto lo sguardo della folla durante la festa di San Marco.
Visitano i Volturi e incontano l’eccentrico Aro,molto interessato dal fatto che Bella
non riceva danno dagli attacchi mentali dei vampiri.Li lasciano andare solo con la promessa di trasformare Bella in vampira,poichè ormai sa troppo di loro.
Edward ,Bella e Alice lasciano l’italia per tornare a Forks.Bella e Edward si parlano.
Lei ha paura che lui la lasci di nuovo e crede che lui sia un sogno.
Lui non fa che ripetere che non vuole lasciarla mai più.
"Non sono in grado di vivere se al mondo non ci sei tu, Bella.
Lo vedevo nel tuo sguardo,sembravi sinceramente convinta che non ti volessi più.L’idea più assurda e ridicola…..
…..Come se io potessi mai trovare il modo di esistere… senza aver bisogno di te!" 
"Sono qui e ti amo.Ti ho amata sempre,e sempre ti amerò!"
"Ho pensato a te,visto il tuo volto nei ricordi,durante ogni minuto di lontananza.Dirti che non ti volevo è stata una terribile bestemmia! Cio che provo per te non cambierà mai!Certo che ti amo!….e tu non puoi farci niente!"

"Non avevo bisogno di sentire altro."
A quel punto sentii la sua bocca sulla mia e mi arresi.E non perchè fosse mille volte più forte di me.La mia volontà si sbriciolò nell’istante preciso del contatto.
Il bacio non fu affatto prudente come quelli che ricordavo,ma andava benissimo così.
Se proprio dovevo perdere un brandello di me stessa,meglio esagerare.
Perciò restituii il bacio,mentre il cuore scandiva un ritmo spezzato e disordinato,
il respiro si trasformava in affanno e le dita cercavano ingorde il suo viso.
Sentivo il suo corpo marmoreo aderire al mio ed ero felice che non mi potesse ascoltare:
non c’era dolore al mondo per cui valesse la pena di rinunciare a quell’istante.
Le nostre mani riprendevano confidenza con il viso dell’altro,e nei brevi istanti in cui le nostre labbra si separavano,lui sussurrava il mio nome….
"Prima di te, Bella,la mia vita era una notte senza luna.
Molto buia ,ma con qualche stella:punti di luce e razionalità…..
Poi hai attraversato il cielo come una meteora.
All’improvviso,tutto ha preso fuoco:c’era luce,c’era bellezza.
Quando sei sparita la meteora è scomparsa dietro l’orizzonte
e il buio è tornato.Non era cambiato nulla,ma i miei occhi erano rimasti accecati.Non vedevo più le stelle.Niente aveva più senso"
Quando Bella si convince che non è più un sogno,decide di mettere ai voti la sua immortalità.Tranne Edward e Rosalie,la famiglia Cullen,tornati tutti a Foks,
votano "si" per trasformarla in vampira.Bella lascia casa Cullen con la certezza
che verrà trasformata da Carlisle dopo il diploma,ma le piacerebbe che fosse Edward a trasfprmarla,lui accetta ma a malincuore,ma a una condizione:
prima Bella dovrà sposarlo.
I due innamorati incontrano Jacob,come portavoce del branco,venuto per ricordargli di non infrangere il patto.Per ricordargli di non mordere nessun essere umano.
E mentre Bella pensa a tutti i problemi:i Volturi,Victoria,i licantropi,
….è sicura e felice perchè ha ancora accanto a se Edward.
…..To be continued….

 PhotobucketPhotobucket
Photobucket
PhotobucketPhotobucket
NewMoon.gif picture by selenehopeNewMoon.gif picture by selenehope
 PhotobucketPhotobucket

MOVIE_Twilight_newmoon_SAGA_7.gif picture by selenehopeMOVIE_Twilight_newmoon_SAGA_6.gif picture by selenehope
PhotobucketPhotobucket
MOVIE_Twilight_newmoon_SAGA_4.gif picture by selenehopeMOVIE_Twilight_newmoon_SAGA_3.gif picture by selenehopeMOVIE_Twilight_newmoon_SAGA_2.gif picture by selenehopeMOVIE_Twilight_newmoon_SAGA_1.gif picture by selenehope
PhotobucketPhotobucket

Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου